sabato 20 marzo 2010

Venezia010 - Città

Canal Grande
scorcio
In giro...


Acqua alta !





 


la Giudecca

A spasso

Punta della Dogana


Opera di Charls Ray alla Punta della Dogana, l'antica Dogana da mar all'imboccatura del Canal Grande, edificio simbolo della città di Venezia abbandonato da 30 anni, e riaperto dopo l'importante restauro affidato all'architetto giapponese Tadao Ando da François Pinault.

Boy with a frog

La Palla d'Oro, sfera in bronzo dorato sostenuta da due atlanti, a raffigurare il mondo e sovrastata dalla statua della Fortuna dello scultore Bernardo Falconi, rotante ad indicare la direzione del vento

Francois Pinault ( il magnate francese patron del gruppo PPR che gestisce la filiera del lusso con Gucci, Bottega Veneta, la Fnac, Balenciaga) ha voluto e finanziato questo nuovo e prestigioso spazio espositivo a Venezia. Ha investito 20 milioni di euro per i lavori  di recupero e restyling degli edifici che un tempo ospitavano la Dogana della Serenissima Repubblica .  Il magnate francese  collocherà nei nuovi spazi espositivi parte della sua vasta collezione d’opere d’arte contemporanea:  circa 100 pezzi pregiati.




 Due meraviglie
I soliti giapponesi !
Canal Grande visto dalla Dogana

Santa Maria della Salute





Photographer

Photographers
Model

ancroa il Canal Grande
Artist



Viaggio sui tetti della città. Venezia vista dal Campanile di San Marco. 90 metri sul livello del mare





 







Isola di San Giorgio con la Basilica

Un po' di Photoshop (a sx si nota la Punta della Dogana tra Canal grande e il Canale della Giudecca)

Lost

Voyeour




Le 5 campane.
  • la Marangona è la campana maggiore e l'unica ad essersi salvata dal crollo del campanile; i suoi rintocchi annunciavano l'inizio e la fine dell'orario di lavoro dei marangoni, cioè dei carpentieri dell'Arsenale, e le sedute del Maggior Consiglio;
  • la Nona, segnava e segna tutt'ora il mezzogiorno;
  • la Trottiera dava invece il secondo segnale ai nobili che dovevano partecipare alle riunioni del Maggior Consiglio, che al suo suono mettevano dunque al trotto le cavalcature (prima che l'uso dei cavalli fosse proibito in città);
  • la Mezza terza o dei Pregadi, annunciava invece le riunioni del Senato, i cui membri erano detti Pregadi;
  • la Renghiera o Maleficio è infine la minore delle campane e i suoi rintocchi annunciavano le esecuzioni capitali.
(tratto da Wikipedia)




Details



By night





5 commenti:

Vito Coppola ha detto...

Un gran bel reportage ben dettagliato....complimentoni!!!
Ciao
Vito

▒▓█► JOTA ENE ha detto...

ººº
Belissima sequencia de fotos

cristina ha detto...

Una meravigliosa serie di immagini che ci mostrano aspetti diversi ed anche insoliti di questa splendida città. Ottimo reportage. Complimenti !

Cri

Ty ha detto...

Venezia è stupenda,e tu hai saputo descriverla magistralmente!
ciao ciao

oskar ha detto...

Uff, mi hai fatto venir voglia di tornare a Venezia..
Bella serie di scatti, complimenti